Coronavirus, Chigi: Congiunti sono anche conviventi e legami stabili

Roma, 2 mag. (LaPresse) - "L'ambito cui può riferirsi la dizione “congiunti” può indirettamente ricavarsi, sistematicamente, dalle norme sulla parentela e affinità, nonché dalla giurisprudenza in tema di responsabilità civile". E' quanto si legge nelle Faq pubblicate oggi dal Governo. "Alla luce di questi riferimenti, deve ritenersi che i “congiunti” cui fa riferimento il DPCM ricomprendano: i coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge)", si aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata