Coronavirus, Berlusconi: Il Paese non può restare fermo

Milano, 14 set. (LaPresse) - "Il Paese non può restare fermo, sarebbe una catastrofe senza precedenti". Lo ha detto Silvio Berlusconi lasciando il San Raffaele di Milano. "Rinnovo appello a tutti per la massima attenzione", ha avvertito l'ex premier, "ho provato in prima persona che fino a quando il virus non sarà debellato ognuno di noi è esposto al rischio di essere contagiato e contagiare gli altri".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata