Conti Lega, Salvini insiste: "Sarà Mattarella a decidere se è in ballo la democrazia"
"Che io non possa andare a parlare con il Presidente della Repubblica mi sembra una cosa bizzarra. Parlerò con Mattarella del fatto che la Lega sarebbe il primo e unico partito messo fuori legge per eventuali errori commessi da qualcuno più di dieci anni fa, con i quali non c'entro nulla". Così il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, torna sulla richiesta di incontrare il Capo dello Stato dopo la sentenza della Cassazione che ha dato l'ok al sequestro dei conti del Carroccio per le presunte irregolarità nell'utilizzo di fondi pubblici.