Conte chiama Daisy dopo l'aggressione: "Gesto inqualificabile"
"Non dobbiamo abbassare livello di attenzione verso eventuali episodi di aggressione che dovessero essere connotati da matrice razzista. Il governo questi li condannerà sempre". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte dopo una telefonata con Daisy Osakue, la 22enne atleta aggredita a colpi di uova a Moncalieri, nel torinese. "Le ho espresso solidarietà. Un gesto inqualificabile, lei stessa mi ha detto che non ci sarebbe matrice razzista". "Ogni aggressione va punita" ha detto il ministro dell'Interno Salvini che vuole incontrare Daisy. Duro il Pd: "Spirale razzista, a settembre grande manifestazione in piazza" ha detto il segretario Martina