Consultazioni da Casellati: tutto fermo. Ultimatum di Di Maio a Salvini. Ma lui non lascia Berlusconi
M5S: "Centrodestra finzione". Il Cav: "Da parte nostra non c'è stato mai nessun veto". Il leader del Carroccio: "Usate Silvio per non andare al governo"

Tutto fermo. M5S, Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia restano sulle loro posizioni. Rimane lo stallo anche al termine del primo giro di consultazioni a Palazzo Giustiniani con la presidente del Senato ed esploratrice designata, Maria Elisabetta Alberti Casellati. Il primo a essere ricevuto è stato il leader politico del M5S, Luigi Di Maio. Che ha ribadito: niente governo col centrodestra. La sola idea è fallita. E Di Maio lancia un invito esplicito a Salvini a sciogliere le riserve e a tentare la strada del governo con i pentastellati. Il leader M5S ha parlato per un paio di minuti al termine dell'incontro, con accanto i capigruppo Danilo Toninelli (Senato) e Giulia Grillo (Camera). Ma anche dall'altra parte non c'è stato nessun passo vanti: al termine del loro colloquio, i rappresentati della Lega, Giorgetti e Centinaio (assente Salvini che si trova in Sicilia), hanno ripetuto che il centrodestra resta unito. Nessun passo di lato da parte di Silvio Berlusconi: "Non sono mai stati messi dei veti nei confronti di nessuno" a differenza del M5S ha sottolineato annunciando: "Dovevo andare giovedì a fare presenza in Molise ma è probabile che ci sia un secondo giro di consultazioni, e ho confermato che sarò a Roma". E fonti parlamentari hanno fatto sapere che giovedì il centrodestra andrà con una sola delegazione dalla presidente del Senato. 

M5S - Luigi Di Maio ha ripetuto le cose che va dicendo da giorni e ha usato toni duri nei confronti del centrodestra e ultimativi nei confronti della Lega: "Il presidente della Repubblica ha dato tempi molto stretti e un mandato ben preciso e questo ci fa piacere. Queste consultazioni - ha detto - dimostreranno che un governo del centrodestra è fallito. Ancora una volta abbiamo ribadito, in questa sede, che M5S è pronto a sottoscrivere un contratto di governo solo con la Lega, non con tutto il centrodestra. Le uniche forze in grado di firmare un contratto sono Lega e M5S". Questo, ovviamente, all'interno del mandato di esplorazione della Casellati che, come è noto, ha ricevuto dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il compito di verificare nel giro di due giorni, la possibilità di un governo tra M5S e Centrodestra.

Di Maio ha quasi sorriso quando ha scandito: "Io dico a Matteo Salvini che tempo non ce n'è più. Deve prendere una decisione entro questa settimana, mi aspetto una risposta definitiva". E ancora. "Il centrodestra è un artifizio elettorale. Si presenta diviso anche a queste consultazioni e quello che dovrebbe essere il leader nemmeno ci viene".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata