Consultazioni, è ancora scontro tra i partiti
Non è ancora stata raggiunta un’intesa tra i partiti dopo il secondo giro di consultazioni del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, per la formazione di un nuovo esecutivo. il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, invita le forze politiche a chiudere con i tatticismi. “Chi vuol cambiare alleanze, lo dica”, avverte Martina. Anche Matteo Salvini chiede un atto di responsabilità ai Cinque Stelle, avvertendo di aver espresso a Mattarella “L'unità di intenti della coalizione che ha vinto le elezioni" e chiedendo, di fatto, di accettare Forza Italia nel governo. Invito irricevibile per i Cinque Stelle, che - ancora una volta - pongono il veto su Silvio Berlusconi