Consob, Anac dà luce verde a Savona: "Non c'è incompatibilità"

Il fatto che l'ex ministro sia stato amministratore del Fondo Euklid non sarebbe in conflitto con  la carica

Luce verde dall'Anac alla nomina di Paolo Savona alla presidenza della Consob. L'Autorità nazionale anticorruzione, nella delibera numero 192 pubblicata ieri, ha verificato che non esiste alcuna incompatibilità.

In particolare, il fatto che Savona sia stato amministratore del Fondo Euklid non creerebbe condizioni di incompatibilità. In base alle informazioni fornite all'Anac, Savona non ha mai svolto attività di investimento in Italia, non ci sono perciò coinvolgimenti con la vigilanza.

Savona ha ancora alcune azioni di Euklid ma, nel caso il fondo investisse in Italia, l'eventuale conflitto potrebbe essere "sterilizzabile" con l'astensione dell'ex ministro.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata