Consiglio di Stato: via libera a realizzazione gasdotto Adriatico
Respinti oggi gli appelli proposti dal Comune di Melendugno e dalla Regione Puglia

 Il Consiglio di Stato ha respinto oggi gli appelli proposti dal Comune di Melendugno e dalla Regione Puglia nei confronti della sentenza del Tar (l'udienza di discussione si era tenuta il 9 marzo) sul Tap - Trans Adriatic Pipeline. Il Consiglio ha ritenuto che la valutazione di impatto ambientale resa dalla Commissione Via avesse approfonditamente vagliato tutte le problematiche naturalistiche e che anche la scelta dell'approdo nella porzione di costa compresa tra San Foca e Torre Specchia Ruggeri (all'interno del Comune di Melendugno) fosse stata preceduta da una completa analisi delle possibili alternative (ben undici). Inoltre è stato escluso che l'opera dovesse essere assoggettata alla cosiddetta "Direttiva Seveso" ed è stato riconosciuto l'avvenuto rispetto del principio di leale collaborazione tra Poteri dello Stato nella procedura di superamento del dissenso espresso dalla Regione alla realizzazione dell'opera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata