Condono, gelo tra Lega e 5 Stelle

Gelo tra Salvini e 5 Stelle sul decreto fiscale dopo la denuncia di Di Maio su un testo - a suo dire - inviato al Quirinale manipolato nella parte sul condono. "C'è la firma di tutti, il provvedimento non si cambia", chiarisce il ministro dell'Interno smentendo anche un nuovo consiglio dei ministri domani per rivedere il decreto in cui sarebbe "spuntato" un tetto più alto dell'imponibile oltre al colpo di spugna su reati tributari e penali. I pentastellati si sfilano dallo scudo fiscale: "Noi non aiutiamo i capitali mafiosi" le parole che filtrano dai piani alti del Movimento. Interviene anche il presidente della Camera Fico: "Questa norma va cancellata".