Comunali Napoli, De Magistris: Il Pd l'abbiamo rottamato noi
Il sindaco uscente si prepara al ballottaggio con Lettieri: "Vinto contro tutti poteri forti"

 "Strano che il sindaco uscente non vinca al primo turno? Mi fa sorridere, perché  prima c'era il centrodestra e il centrosinistra. Renzi ha annunciato la rottamazione del suo partito ma poi ha fatto tutto per compattarlo. Forse la più grande operazione di rottamazione del partito l'abbiamo fatta noi. Con questo certo non ci candidiamo a fare i commissari del Pd". Così Luigi de Magistris in conferenza stampa spiegando l'esito del voto a Napoli. "L'immagine della mostra d'Oltremare più che una rottamazione ci mostra una saldatura - aggiunge - lo dissi anche cinque anni fa: se il Pd si vuole rinnovare io posso essere uno strumento. Questa è una grande occasione, ci sono temi da affrontare a partire dalla questione morale. Sono cose abbastanza evidenti anche a persone illuminate come il presidente del Consiglio".

"Non si è mai verificato che il sindaco uscente senza soldi avendo contro il governo nazionale, una campagna mediatica senza precedenti, la camorra, i poteri forti, arriva primo al ballottaggio, stacca di venti punti il secondo è prende il doppio dei primi due partiti. È una rivoluzione che farà parlare di Napoli nel mondo", ha sottolineato de Magistris commentando l'esito delle amministrative che lo mandano al ballottaggio contro Gianni Lettieri, candidato di centrodestra.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata