Chi è Marco Minniti nuovo ministro degli Interni
E' al suo primo incarico da ministro

Laurea in filosofia, storicamente vicino a Massimo D'Alema, Marco Minniti, sottosegretario con delega ai servizi segreti nei governi Letta e Renzi, è al suo primo incarico da ministro.
Nato a Reggio Calabria nel 1956, nel Pci dall'inizio degli anni Ottanta, è stato segretario di federazione di Reggio Calabria. Nel 1992 diventa segretario regionale del Pds calabrese, incarico che lascia per occuparsi del dipartimento problemi del partito. Nel 1996 diventa coordinatore del Pds, due anni dopo è segretario organizzativo dei Ds. Considerato uno dei 'lothar' di D'Alema, arriva a palazzo Chigi con la carica di sottosegretario di Stato nei due governi, poi diventa sottosegretario alla Difesa nel secondo governo Amato. In parlamento entra per la prima volta nel 2001, eletto con i Ds; cinque anni dopo viene riconfermato con l'Ulivo e diventa viceministro dell'Interno nel governo Prodi. Con la nascita del Pd, diventa segretario regionale della Calabria, incarico che mantiene fino al 2009. Presidente del forum nazionale sicurezza con la segreteria di Dario Franceschini, in quella di  Bersani è responsabile nazionale del Pd per la verifica dell'attuazione del programma del governo Monti. Ha partecipato nel 2009 alla nascita della Fondazione Icsa, che si occupa di sicurezza, difesa e intelligence, di cui è stato presidente, mentre Francesco Cossiga ne era presidente onorario. Nel 2013 viene eletto al Senato. Letta lo incarica dei servizi segreti, incarico confermato da Renzi.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata