Centrosinistra, Bersani: "Farei primarie tra Renzi e Pisapia"
"Ma con il Mattarellum, che prevede vere coalizioni, non con questa legge che stanno discutendo"

Le primarie per la guida del centrosinistra? "Fosse per me le farei" ma "con il Mattarellum, che prevede vere coalizioni, non con questa legge che stanno discutendo. E con un'intesa su un programma in discontinuità con i governi di questi anni". Pierluigi Bersani, ex segretario del Pd e fondatore di Articolo 1-Mdp, apre a sorpresa a una possibile alleanza con il Pd alle prossime politiche in un colloquio con il quotidiano 'La Stampa'. "Noi non siamo la sinistra settaria, non siamo la Cosa rossa. Se c'è un centrosinistra pulito, senza Alfano, come nel Lazio e in Lombardia, noi ci sediamo al tavolo. Ma non credo che Renzi vorrà allearsi con noi. Non ci ha neppure invitato alle feste dell'Unità. E pensare che io nella vita ne ho montate più di quante questi ragazzi ne abbiano frequentate", ha detto Bersani di fronte a una platea di militanti di Mdp a Pontelagoscuro, vicino a Ferrara.

Sulla nuova legge elettorale in discussione, Bersani sottolinea che "più che Rosatellum a me pare un Verdinellum. Ci saranno ancora più parlamentari nominati rispetto a quelli previsti dalla legge attuale". "A me pare un regalo alla destra, una promessa di inciucio - spiega l'ex segretario dem -. Se il Pd vuole fare sul serio una coalizione serve il Mattarellum che ci hanno bocciato in commissione. Ma noi siamo disposti a votare domani mattina anche una serie legge di tipo tedesco".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata