Cdp, c'è l'accordo sulle nomine: l'ad sarà Fabrizio Palermo. Fumata bianca dopo il vertice a Palazzo Chigi
Sbloccato l'impasse. Di Maio: "L'intesa è un'ottima notizia". Tria incassa la nomina desiderata al Tesoro: Rivera nuovo dg

Sbloccato l'impasse sulle nomine, in particolare quelle di Cdp. Nel corso del vertice a Palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il vicepremier Luigi Di Maio, il ministro dell'Economia Giovanni Tria e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, è stato trovato l'accordo sulle nomine per i vertici di Cassa depositi e Prestiti. Il nuovo amministratore delegato dovrebbe essere Fabrizio Palermo.

L'intesa è "un'ottima notizia", ha esultato Di Maio, che prima del vertice aveva detto: "Stiamo cercando di trovare il migliore ed è chiaro che il nostro obiettivo è trovare il migliore. L'importante è che tutto quello che facciamo sia un compromesso al rialzo e non al ribasso".

Sul capitolo Tesoro Tria incassa la nomina desiderata. Secondo quanto si apprende da fonti parlamentari, il nuovo direttore generale dovrebbe essere Alessandro Rivera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata