Caso Ruby, giudici chiedono nuovo certificato medico per Berlusconi

Milano, 13 mar. (LaPresse) - I giudici della quarta sezione penale del caso Ruby hanno sospeso l'udienza di oggi in attesa di ricevere un nuovo certificato medico da parte dei medici del San Raffaele che hanno in cura Silvio Berlusconi. La presidente del collegio Giulia Turri, all'inizio dell'udienza, ha chiesto ai legali di Silvio Berlusconi, Piero Longo e Niccolò Ghedini, aggiornamenti sullo stato di salute del Cavaliere. Ghedini ha spiegato di avere "solo aggiornamenti orali. Berlusconi - ha aggiunto - è ancora ricoverato in ospedale per cercare di risolvere quelle problematiche che hanno rilevato anche" i medici specialisti "nominati dal tribunale" lunedì scorso. I medici indicati dal tribunale avevano stabilito una prognosi di 6 o 7 giorni per i problemi di natura cardiovascolare, in base alla quale i giudici hanno concesso il legittimo impedimento. I legali di Barlusconi hanno chiarito che il loro assistito vuole partecipare al processo e che considerano quella di oggi un'udienza tecnica per stabilire il calendario. "Noi avevamo dato per scontato - ha aggiunto Ghedini - che i 6 o 7 giorni di prognosi" fossero garantiti "da quanto certificato. Partendo dal giorno 18 abbiamo calcolato 6 o 7 giorni" durante i quali il Cavaliere non potesse essere in aula. A questo punto i giudici hanno sospeso per una mezz'ora il processo, in attesa di un nuovo certificato che attesti che il Cavaliere è ancora ricoverato al San Raffaele e chiarisca il suo quadro clinico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata