Caso Ruby, Berlusconi torna a Roma: cresce il fermento nel Pdl

Roma, 25 giu. (LaPresse) - Cresce il fermento nel Pdl dopo la sentenza sul caso Ruby. I parlamentari del partito sono pronti a stringersi intorno al loro presidente, Silvio Berlusconi e stanno valutando il da farsi. Il Cavaliere dovrebbe arrivare a Roma intorno alle 13 e fonti vicine al partito non escludono vertici con lo stato maggiore del partito. Incontri dovrebbero anche esserci con i ministri del Pdl, che questa mattina hanno disertato l'aula della Camera durante le comunicazioni del premier Enrico Letta in vista del Consiglio Ue del 27 e 29 giugno prossimi. Un'evidente presa di posizione dei fedelissimi di Berlusconi, primo fra tutti il vicepremier e titolare del Viminale, Angelino Alfano, che assume un significato ancora più chiaro considerando il fatto che la riunione dei gruppi di via dell'Umiltà, convocata oggi alle 13, era stata annullata proprio per il discorso del presidente del Consiglio.

Intanto è stato confermato l'incontro tra Letta e Berlusconi per questa sera alle 21 a palazzo Chigi. Una riunione che rientra nel giro delle consultazioni tra il presidente del Consiglio e i leader di maggioranza prima dell'appuntamento di Bruxelles, che però oggi acquista l'aspetto di un vero e proprio faccia a faccia anche sulle sorti dell'esecutivo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata