Casini: Berlusconi ha devastato l'unità dei moderati

Roma, 28 ott. (LaPresse) - "Berlusconi ha devastato, in questi anni, l'unità dei moderati per cui ieri ha dimostrato che su quella base si può creare un partito populista di destra che non ha nulla a che fare con il partito popolare europeo e con i moderati. Mi sembra che siamo in uno stato di confusione generalizzato, ma da questa vicenda penso che i moderati possano uscire rafforzati". Lo ha detto il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini ai microfoni di Sky Tg24 commentando le parole di Silvio Berlusconi di ieri in conferenza stampa. "Oggi - ha proseguito - sappiamo qual è la rotta e non è questa, è certamente un'altra e io mi auguro che tanti moderati, anche nel Pdl, facciano sentire la loro voce. Il silenzio è già eloquente". Per quanto riguarda la riforma della giustizia invocata dal Cavaliere, Casini ha commentato che "andava fatta 20 anni fa, ma se il tipo di riforma della giustizia cui pensava Berlusconi è un tipo di riforma di rivincita contro i magistrati e ad personam, sono lieto che abbia ricordato che noi non gli abbiamo permesso di farla. C'è bisogno di una riforma equilibrata, seria, ragionevole". "Chi vince le elezioni - ha concluso - non è il padrone del paese, è colui che lo governa e non può fare quello che vuole come in una azienda".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata