Casellati visita il Piemonte: "Terra che guarda all' Italia migliore"
Casellati visita il Piemonte: "Terra che guarda all' Italia migliore"

Una due giorni alla scoperta del territorio piemontese, visitando realtà imprenditoriali e sociali per la presidente del Senato. A Palazzo Madama l'incontro con presidente della Regione Alberto Cirio e la sindaca di Torino Chiara Appendino: "Qui abbiamo aziende piccole, medie e grandi che sono il biglietto da visita dell'Italia nel mondo"

Una due giorni alla scoperta del territorio piemontese, visitando realtà imprenditoriali e sociali. La presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, è giunta in Piemonte giovedì 10 ottobre per una tappa a Cuneo, Carrù nel segno di Luigi Einaudi, primo presidente della Repubblica, e ad Alba, con una visita allo storico stabilimento della Ferrero. Venerdì è poi approdata a Torino. "Questa mia visita é un omaggio a una terra, che è uno scrigno, non solo di storia e cultura ma anche di imprenditorialità", ha sottolineato Casellati a Palazzo Madama, incontrando le istituzioni, il presidente della Regione, Alberto Cirio, gli assessori, e una delegazione di parlamentari nazionali ed europei eletti in Piemonte, oltre alla sindaca, Chiara Appendino.

"Qui abbiamo aziende piccole, medie e grandi che sono il biglietto da visita dell'Italia nel mondo. Sono aziende - ha rimarcato Casellati - che sanno unire il fare dell'impresa alla solidarietà. Ci sono realtà di carattere sociale importante. È una terra che guarda all'Italia migliore", ha espresso il presidente Cirio con soddisfazione, sottolineando l'importanza del ruolo del Piemonte nel Paese: "Sono contento perché mi ritengo fortunato di avere potuto ricevere in 15 giorni le due cariche più importanti dello Stato, Mattarella, dieci giorni fa e ora la presidente del Senato. Ho ribadito che il Piemonte l'Italia l'ha fatta e sono contento della sensibilità dimostrata dalla presidente Casellati su Cavour".


I temi del sostegno e della partecipazione sono stati al centro dell'inaugurazione da parte della seconda carica dello Stato della 'Casa accoglienza', struttura pensata per ospitare donne in difficoltà, al Sermig: "Sono molto colpita dalle tante straordinarie iniziative di solidarietà che questa città ha saputo mettere in campo. Torino ha davvero una grande vocazione per l'impegno sociale", ha commentato dopo la visita. Il ruolo delle donne e la loro della presenza in politica è stato invece l'argomento principale della lectio magistralis tenuta all'università degli studi di Torino: "L'emancipazione culturale delle donne e l'affermazione del loro protagonismo politico, economico e sociale, non può prescindere dal riconoscimento, dalla promozione e dall'effettiva tutela dei loro diritti fondamentali", ha chiarito subito Casellati sottolineando l'importanza che hanno assunto le politiche di empowerment femminile, diventate vero e proprio strumento per infondere fiducia e sicurezza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata