Carceri, Bonafede in Senato: "Coinvolti nella rivolta seimila detenuti"

Il ministro della Giustizia ha riferito in Aula sui disordini scoppiati nei penitenziari italiani

(LaPresse) Alfonso Bonafede fa un bilancio delle violenze scoppiate all'interno delle carceri italiane negli ultimi giorni. Il Guardasigilli, in Senato, ha spiegato che le rivolte hanno interessato seimila detenuti su tutto il territorio e hanno provocato 12 morti tra i reclusi, per lo più per overdose da sostanze stupefacenti trovate nelle infermerie prese d'assalto. Sono stati oltre 40 gli agenti rimasti feriti e si contano inoltre 16 evasi.