Carcere, Bonafede: "Mafiosi e rivoltosi esplicitamente esclusi dai benefici"

Il Ministro guardasigilli si difende al Senato dalla accuse sulla politica carceraria 

(LaPresse) - "E' totalmente falsa l'immagine del governo che avrebbe spalancato le porte ai detenuti". Così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede parlando in aula al Senato. "Come è possibile sostenere che di questa legge se ne possano approfittare proprio i mafiosi e i rivoltosi che sono esplicitamente esclusi".