Campidoglio, Renzi: Situazione mi rattrista, pronto a dare una mano
Dal palco del teatro di Lecce il premier spiega di avere offerto il proprio aiuto alla sindaca Raggi

"Mi dispiace per quello che sta accadendo a Roma perché io, prima di essere il presidente del Consiglio e il segretario del Pd sono un cittadino italiano e se vedo che la capitale è in difficoltà, se vedo che non riescono a scegliere un assessore che duri più di 24 ore, io sono triste. Credo che il bene comune sia più importante delle divisioni di parte". Lo ha detto il premier Matteo Renzi nel corso del suo intervento al Teatro Politeama di Lecce dove si svolge un evento organizzato dal comitato del 'sì' al referendum. "Io - ha aggiunto Renzi - ho dato al sindaco Raggi la mia disponibilità a fare tutto quello che serve per dare una mano".

"Come capo del governo - aveva detto Renzi alla 'Gazzetta del Mezzogiorno - non posso che continuare a offrire tutta la disponibilità dell'esecutivo alla sindaca di Roma e a farle i miei migliori auguri di governare una città così complessa e importante". "Lo dico con sincerità e un po' di amarezza - aveva aggiunto - per quanto vediamo sta succedendo ogni giorno"
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata