Camera non autorizza arresto Milanese

Roma, 22 set. (LaPresse) - La Camera dei deputati non ha autorizzato l'arresto del deputato Pdl, Marco Milanese. La votazione si è conclusa con 312 sì, 306 no.

"Sono soddisfatto, ma non rilascio dichiarazioni". Queste le uniche parole di Silvio Berlusconi, presidente del consiglio, subito dopo il voto sulla richiesta d'arresto di Marco Milanese. "Come no, stiamo lavorando al meglio". Così il premier Silvio Berlusconi risponde ai giornalisti che a Montecitorio lo interrogano sul futuro dell'esecutivo. "Io sono sempre sereno perchè non ho fatto niente di male in vita mia e quando posso faccio bene per gli altri" aggiunge il premier. "Altre domande?" è invece la risposta di Berlusconi ai giornalisti che gli chiedono se fosse deluso dall'assenza del ministro dell'Economia Giulio Tremonti.

"La maggioranza il governo ce l'ha" commenta invece il capogruppo alla Camera della Lega, Marco Reguzzoni, che aggiunge: "Questo dimostra che quello che spesso scrivete è falso". "É stato respinto l'ennesimo tentativo giustizialista. La maggioranza ha tenuto. Il Parlamento ha respinto il tentativo di privarlo di un'altra persona nonostante la gravità della situazione" aggiunge Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl a Montecitorio.

Silvio Berlusconi ha incontrato Marco Milanese nella stanza del Governo subito dopo il voto della Camera sulla richiesta d'arresto. A quanto si apprende il premier ha espresso al deputato la sua soddisfazione facendogli forza in vista del procedimento penale che lo riguarda.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata