Calderoli: Giù le mani delle feste di Natale nelle scuole

Roma, 27 nov. (LaPresse) - "Ma quali feste di inverno? Da noi quelle che stanno arrivando sono le feste del Santo Natale e per noi sono feste sacre, che ogni nostro bambino ha diritto di festeggiare a scuola, con il presepe, con il crocifisso in bella evidenza e con i canti natalizi tradizionali. Punto. Chi non è d'accordo o si ritiene offeso da questo può anche andarsene, nessuno lo trattiene qui con la forza". Lo dichiara Roberto Calderoli, vice presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord.(Segue).

-Ma qui da noi il Natale si festeggia e si festeggerà sempre, senza discussioni. Non entro nel caso specifico dell'istituto di Rozzano, nel milanese, dove un dirigente avrebbe chiesto di rimuovere il crocifisso e di vietare i canti natali, così come qualche giorno fa ho preferito non entrare nello specifico della analoga vicenda di un altro istituto scolastico di Casazza nella bergamasca, ma a prescindere da questi casi deve essere chiaro una volta per tutte, e per tutti, che se qualche preside o dirigente scolastico non è d'accordo con le feste natalizie o pensa di poterle abolire dalla sua scuola significa che ha sbagliato mestiere ed è meglio per tutti se nella vita va a fare altro..."

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata