Calcio, Raggi: "Tifo non ha nulla a che vedere con la violenza"

"Il tifo non ha nulla a che vedere con la violenza. Il tifo è il modo in cui si sostiene in maniera gioiosa, giocosa, anche con foga, la propria squadra". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi a proposito degli arresti che hanno coinvolto esponenti delle tifoserie organizzate capitoline, dopo i 51 arresti nellaa maxi operazione che mette la parola fine alla banda del defunto Fabrizio Piscitelli, l'ultras biancoceleste freddato lo scorso 7 agosto su una panchina nel Parco degli Acquedotti. "Il tifo è una cosa, i crimini sono altro e vanno persequiti", ha aggiunto Raggi.