Calcio, Marino: Roma devastata e ferita, non finisce qui

Roma, 19 feb. (LaPresse) - "Roma devastata e ferita. In contatto con Prefetto, Questore e Ambasciatore d'Olanda. Non finisce qui". Lo scrive su Twitter il sindaco di Roma Ignazio Marino in merito ai tafferugli scoppiati tra tifosi olandesi e forze dell'ordine in Piazza di Spagna a poche ore dal fischio d'inizio di Roma-Feyenoord, gara d'andata valida per i sedicesimi di finale di Europa League.

"Quanto sta accadendo in queste ore a Roma è vergognoso e intollerabile - ha commentato Marino in una nota -. La nostra Capitale, così preziosa e delicata, e i suoi cittadini non possono diventare ostaggio di teppisti che sono venuti a Roma con il pretesto di seguire la propria squadra del cuore e che, invece, si stanno macchiando di violenze e disordini. Oltre che di danneggiamenti a preziosi monumenti cittadini. Scene come quelle che si sono registrate ieri sera a piazza Campo dei Fiori, e oggi pomeriggio a piazza di Spagna, sono semplicemente ingiustificabili, e intendo fare tutto ciò che è in mio potere per far sì che i responsabili ne rispondano appieno".

"Per questa ragione non soltanto ho protestato e chiesto spiegazioni a chi ha la responsabilità dell'ordine pubblico in questa città - ha aggiunto Marino - consentendo che monumenti preziosi e recentemente restaurati come la Barcaccia, diventassero bersaglio di gesti violenti. Ma ho cercato di contattare il ministro degli Interni, e ho espresso all'ambasciata olandese il mio più duro disappunto per quanto accaduto, soprattutto per il modo in cui è stato gestito l'arrivo in città di migliaia di tifosi tra cui, evidentemente, molti violenti. Una gestione che ha provocato un tale allarme e gravi danni, da far prefigurare precise responsabilità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata