Botta e risposta tra Marina Berlusconi e Alfano: Mi accusa di coerenza, un pregio

Roma, 1 mag. (LaPresse) - "Al di là di alcune fantasiose affermazioni che non mi pare il caso di commentare, nella sua odierna intervista al 'Corriere della Ser'a l'onorevole Alfano mi muove soprattutto una contestazione: quella di essere coerente. Caratteristica a cui io attribuisco un valore positivo, e che invece l'onorevole Alfano, anche alla luce delle sue scelte, non sembra tenere in gran conto". E' questa la replica di Marina Berlusconi alle parole di Angelino Alfano sul 'Corriere della Sera'.

Il leader di Ncd aveva commentato così la precedente intervista rilasciata dalla figlia dell'ex Cavaliere al quotidiano: "Le parole usate dalla dottoressa Berlusconi sono la copia delle dichiarazioni usate dal padre, con l'aggiunta di alcuni brani tratti dai bilanci aziendali". "Ma - ha stigmatizzato il ministro - non c'è nulla che evochi speranza, che sia proiettato verso il futuro. Si percepisce semmai la paura per la fine di una storia, che ha imposto di anticipare i tempi". Alfano aveva quindi spiegato che "il calo dell'audience nelle trasmissioni tv a cui ha partecipato Silvio Berlusconi, il panico che serpeggia nel gruppo dirigente di Forza Italia, le trame interne di chi pensa di potersi prendere quel partito dopo le Europee, la somma dei 'fuori onda': tutto ciò ha suggerito di accelerare il preannuncio nel tentativo di gestire il futuro di una forza che non ha futuro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata