Bossi contro Berlusconi: Mezza cartuccia

Roma, 26 gen. (LaPresse) - Botta e risposta a distanza oggi tra l'ex premier Silvio Berlusconi e il leader della Lega Umberto Bossi. Il Cavaliere ha respinto la minaccia del Senatur, che ieri aveva annunciato l'intenzione di far cadere la giunta della Lombardia, se il Pdl non avesse ritirato l'appoggio al governo Monti. "Il governo - ha detto Berlusconi, parlando in Transatlantico alla Camera - sta operando con prudenza e credo sia difficile avanzare critiche fondate". L'ex premier ha ostentato ottimismo: "Al momento opportuno - ha detto - il centro destra sarà compatto". E ha ricordato di aver lasciato palazzo Chigi "senza essere stato sfiduciato. Mi sono fatto indietro con responsabilità e, permettetemi, con una certa eleganza. Le ragioni di quella scelta - ha spiegato - sussistono ancora".

"Berlusconi è una mezza cartuccia, ha sempre paura", ha risposto seccamente Bossi. "C'è tutto il paese che vuole strozzare Monti - ha proseguito il Senatur - e Berlusconi ha paura di mandarlo via". Sul rapporto tra il Pdl e la Lega, ha sottolineato, la manifestazione di Milano "è servita a mettere in chiaro le cose".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata