Boschi: Se perdiamo referendum lascio anch'io la politica
"I partigiani veri voteranno sì". Quanto all'Italicum, "non si tocca"

Pronta a lasciare anche lei la politica, come il premier Matteo Renzi, in caso di sconfitta al referendum. Lo ha annunciato la ministra delle Riforme Maria Elena Boschi nel corso della trasmissione 'In mezz'ora' su Rai3 di  Lucia Annunziata. "E' un lavoro che abbiamo fatto insieme - ha sottolineato - e ce ne assumiamo insieme la responsabilità". "Se il referendum dovesse andare male - ha rimarcato -, noi non continueremo il nostro progetto politico. Magari governeranno M5s e Fi, avranno mega stipendi e non cambieranno nulla, saranno felici e noi faremo altro". "L'Anpi - ha poi aggiunto la ministra - come direzione nazionale ha preso una posizione. Poi ci sono tanti partigiani veri, quelli che hanno combattuto, non quelli delle generazioni successive, che voteranno sì alle riforma. Quindi dentro l'Anpi ci sono diverse anime".

Quanto all'Italicum, il Governo non ha alcuna intenzione di rimetterci mano: "La legge elettorale - ha detto - è questa e funziona. Per la prima volta dà la possibilità di evitare gli inciuci. Dare il premio alla lista e non alla coalizione garantisce la stabilità". E sulle comunali: "A Roma io voto Giachetti e la mia amica Beatrice Lorenzin vota Marchini. Questo dimostra che il voto non è un voto sul governo". "In alcune città Ala è nostro alleato - ha sottolineato Boschi -, in altre no".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata