Boschi: La legge elettorale non va rimessa in discussione perché ci dà stabilità

Cernobbio (Como), 6 set. (LaPresse) - "La legge elettorale, che ha visto adesso i numeri in Parlamento dopo dieci anni di lavoro, non va rimessa in discussione perché dà stabilità". Lo ha detto il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi nel corso del Forum Ambrosetti a Cernobbio. "L'Italia ha avuto una media di un governo ogni 13 mesi", ha ricordato Boschi e proprio per questo "una legge elettorale con un premio di maggioranza esplicito, certo e predeterminato come il nostro, dà una maggiore stabilità anche rinunciando a quelle coalizioni in grado di vincere ma poi non di governare assieme. Per me è stato tutt'altro che secondario e giusto metterla al centro dell'agenda del Governo".

NO A MEDIAZIONI SUL SENATO. "Il senato avrà una elettività di secondo livello. L'elettività del Senato forse è il tema centrale del dibattito, ma non dell'impianto centrale della riforma" costituzionale messa in cantiere dal governo. Lo ha detto il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi in un passaggio del suo intervento al Forum Ambrosetti a Cernobbio. "Le soluzioni tecniche si trovano, il problema è che non bisogna fare mediazioni al ribasso", ha spiegato il ministro. "Le riforme servono e non sono un vezzo. Lo mostrano i dati dell'Istat. Le riforme non sono armi di distrazione di massa, come si diceva lo scorso anno, ma servono ad attrarre investimenti, ad aprire fabbriche", ha aggiunto Boschi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata