Bonanni (Cisl): Paese allo stremo, irresponsabile non fare governo

Roma, 29 mar. (LaPresse) - L'Italia e "allo stremo" e pur confidando "nelle grandi doti di saggezza e di equilibrio istituzionale del Presidente della Repubblica, Napolitano", sarebbe "davvero irresponsabile se le forze politiche non costituissero un Governo in questa fase così grave e difficile della vita del nostro paese". Così il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni.

"Questo non è il momento delle divisioni - aggiunge Bonanni - il nostro paese è allo stremo sul piano economico e sociale, ed ha un bisogno urgente di avere un Governo. Le forze politiche hanno l'occasione per dimostrare finalmente di avere senso di responsabilità e voglia di occuparsi dei problemi reali della gente. Ma bisogna fare presto. Oggi è in bilico non solo la tenuta del nostro sistema economico, ma l'intero assetto della democrazia italiana".

Per Bonanni sarebbe "un errore grave se prevalessero, ancora una volta, logiche personali, calcoli elettoralistici o uno spirito corporativo. Se già nel passato si giustificava la necessità di una ampia coalizione di governo - aggiunge - adesso sarebbe davvero inspiegabile opporsi ad una opportuna fase di unità nazionale, attraverso un governo con la più ampia maggioranza possibile". "C'è da curare l'economia - afferma il segretario della Cisl - tagliare le tasse, favorire gli investimenti e ridisegnare le amministrazioni e le istituzioni centrali e locali. Per questo, siamo molto d'accordo con la proposta di Violante di aprire subito una stagione costituente ed anzi siano impegnati come Cisl a creare un movimento tra i lavoratori e nella società civile per dare sostegno a questa iniziativa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata