Bonafede: "Tutti i fatti sono chiari, nessun condizionamento"

La replica del Ministro guardasigilli alla discussione in Senato per le 2 mozioni di sfiducia contro di lui 

(LaPresse) - "Ci sono condizionamenti? Ancora una volta no. Chi lo sostiene se ne faccia una ragione, non sono più disposto a sopportare illazioni".Così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede parlando in aula al Senato dove sono state presentate due mozioni di sfiducia nei suoi confronti, sul caso Di Matteo. "I fatti non hanno niente di particolare né eccezionale rispetto alle dinamiche di qualsiasi nomina fiduciaria e discrezionale. Tutti i fatti sono chiari e lo sono sempre stati" ha aggiunto Bonafede.