Bologna, il governatore Errani assolto per la vicenda 'Terremerse'

Bologna, 8 nov. (LaPresse) - Il presidente della regione Emilia Romagna, Vasco Errani, è stato assolto dal reato di falso ideologico, per cui era imputato in relazione alla vicenda Terremerse, una società vinicola di Ravenna gestita dal fratello del governatore, Giovanni Errani, che ricevette un finanziamento da 1 milione di euro dalla regione in modo irregolare in merito alla realizzazione un impianto produttivo a Imola nel 2006. Vasco Errani chiese ai suoi tecnici una relazione sulla vicenda dopo che nacque una bagarre giornalistica. Tale parere che ribadiva la regolarità con cui fu erogato il finanziamento, fu però giudicato falso dalla procura, di qui l'accusa di falso ideologico. Con Errani erano perciò accusati anche i due dirigenti regionali, Filomena Terzini, dg affari istituzionali e legislativi e Valtiero Mazzotti, dg dell'agricoltura, che stilarono quella relazione. Tutti e tre avevano chiesto il rito abbreviato, la procura ieri aveva chiesto la condanna a dieci mesi e 20 giorni per il governatore, e a un anno per i due dirigenti Terzini e Mazzotti. Tutti assolti dal gup Bruno Giangiacomo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata