Boldrini: Tutta la società deve combattere razzismo e discriminazioni

Roma, 21 mar. (LaPresse) - "In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale, auspico che il nostro Paese, crocevia di movimenti di popoli fin dall'antichità, si opponga sempre più fermamente ai veleni del razzismo e della xenofobia. Voglio esprimere un forte apprezzamento per le iniziative intraprese dall'Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) e dalle federazioni sportive calcistiche nel quadro della IX Settimana d'azione contro il razzismo. Come dimostrano le cronache recenti, nel mondo del calcio sono purtroppo ancora diffusi fenomeni di odiosa intolleranza. Tuttavia il calcio sta dimostrando di voler reagire, sanzionando chi si macchia di razzismo e promuovendo iniziative importanti come quella in corso". Sono le parole della presidente della Camera Laura Boldrini in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale. "Allo stesso modo - ha aggiunto la Boldrini - deve essere la società tutta a combattere le discriminazioni razziali che avvengono sui luoghi di lavoro, nell'accesso ai servizi fondamentali e nella vita quotidiana. I nostri figli, i cui compagni di banco provengono spesso da altri Paesi, sanno già che la diversità implica un arricchimento. Questa consapevolezza deve diventare patrimonio di tutti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata