Boeri: Fasce di reperibilità di malattia da 7 ore per tutti
Il presidente dell'Inps spiega come funzionano le nuove visite fiscali

Le fasce orarie di reperibilità per i controlli in caso di malattia "devono essere armonizzate tra pubblico e privato ed estese". Lo ha detto il presidente dell'Inps, Tito Boeri, secondo cui "non ha senso che ci siano differenze tra lavoratori pubblici e privati". Per Boeri le fasce orarie dovrebbero essere di almeno sette ore: in questo modo - ha spiegato intervenendo a un convegno su 'Domiciliarita' e residenzialita' per l'invecchiamento attivo' - si potrebbero ridurre le spese e gestire al meglio i medici e svolgere i controlli in modo efficiente.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata