Bindi: Il Papa spazza via ogni possibilità di convivenza con le mafie

Roma, 21 giu. (LaPresse) - "Papa Francesco ha affidato alla Calabria un potente messaggio di speranza e di coraggio che parla a tutti. Il coraggio di non piegarsi alla violenza delle mafie e la speranza di un cambiamento nel segno del bene comune e della solidarietà. La scomunica definitiva e solenne della 'Ndrangheta traccia una linea di separazione netta tra credenti e mafiosi". Lo dichiara la presidente della Commissione parlamentare Antimafia, Rosy Bindi. "Il Papa - aggiunge - spazza via ogni possibilità di convivenza e accettazione di un male che soffoca le energie buone di questa regione e ne condiziona le possibilità di sviluppo ma che ormai agisce sul piano nazionale e internazionale come una vera e propria 'holding del crimine', con interessi e affari in tutti i segmenti della vita economica e sociale".

"Le mafie - conclude Bindi - si possono isolare ed estirpare, non sono invincibili e le istituzioni devono fare di più e meglio per rimuovere le cause economiche e sociali che ne favoriscono il radicamento. Ringrazio il Papa, come credente e come donna impegnata nelle istituzioni. Le sue parole danno nuova forza e slancio a tutti coloro e sono tantissimi, soprattutto giovani meridionali, che con passione e coerenza testimoniano l'impegno per la giustizia e il riscatto del Mezzogiorno".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata