Bertolaso: Roma città terremotata, non si ricostruisce con polemiche
Telefonata con i vertici leghisti dopo le divergenze degli scorsi giorni: "Salvini punta su di me"

 "Roma è una città terremotata. Chi la ricostruisce? Chi vuole fare polemica politica con i suoi rappresentanti di area o chi si è già buttato nella mischia? Io ho un curriculum professionale". Si lancia così nella mischia Guido Bertolaso, candidato centrodestra a sindaco di Roma, parlando a Repubblica Tv. "E' vero che non sono più giovanissimo, ma gli Stadio hanno vinto Sanremo e magari li hanno votati anche i giovani. Fatemi lavorare. Se mi fate l'onore di diventare il sindaco della città più bella del mondo vi faccio vedere chi è Guido Bertolaso". 

SALVINI Dopo la proposta avanzata da Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini per una candidatura a Roma "ho parlato con Matteo Salvini al telefono e gli ho detto 'caro Matteo il fatto che mi tu abbia indicato mi lusinga, so che sei una persona concreta che bada al sodo, e lo sono anch'io. Politicamente abbiamo qualche idea diversa ma se sei d'accordo io ci sono'. E lui mi ha detto "'Sì, punto su di te perché noi vogliamo vincere' e anch'io non sono un perdente". Così Guido Bertolaso, candidato centrodestra a sindaco di Roma, a Repubblica Tv.

ROM Sulla vicenda dei rom, "si è fatta una tempesta in un bicchier d'acqua. Non ho detto altro che i rom sono una componente della società vessata, ma non mi riferivo alla società di oggi" ha aggiunto Bertolaso in merito alla polemica per la quale l'ex leader della protezione civile, secondo Matteo Salvini, avrebbe assunto una posizione troppo debole.

MASSAGGI  I massaggi al Salaria Sporting village? "Voi li chiamate massaggi io le chiamo sedute di fisioterapia. Sono andato sette volte a fare fisioterapia, dalla signora Francesca, e ho regolarmente pagato. All'inizio non avevo idea fosse di Anemone, poi quando ho capito non ci sono andato più" ha aggiunto Bertolaso.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata