Bersani: Pd è senza padroni, unità è responsabilità di tutti

Roma, 11 mag. (LaPresse) - "Il Pd è un partito senza padroni. Ternerlo insieme non può essere responsabilità di uno, ma di tutti e di ciascuno". Così il segretario dimissionario Pier Luigi Bersani, aprendo l'assemblea del Pd a Roma. "Oggi assolutamente, se ne comprendiamo la delicatezza estrema, dobbiamo dimostrare al Paese che guardiamo avanti", ha continuato, spiegando: "Le mie dimissioni non sono state un gesto personale, ma politico. Una questione che ritengo esistenziale, che dovrà essere discussa a fondo nel congresso".

"Lavorerò da mozzo - ha proseguito - affinchè la nave prenda la giusta rotta". "Di quello che non ha funzionato - ha aggiunto Bersani - se ne dia anche a me la colpa". Frase accolta dalla platea con un 'no' ma l'ex segretario spiega: "Si vince assieme e si perde da soli. Dobbiamo spiegarlo ai giovani".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata