Bersani: Non mi pento di aver accettato il Governo Monti

Roma. 18 gen. (LaPresse) - "Abbiamo accettato il governo Monti perché l'Italia era a livello della Grecia. Non mi pento di quella scelta". Così Pierluigi Bersani parlando a Radio 24. Bersani parla anche di Fiat: "Marchionne provi a contestare le mie parole, quando ho detto che la cassa integrazione si giustifica solo se serve per allestire nuove linee di produzione e dunque nuovi posti di lavoro. E ho aggiunto che il governo dovrebbe chiedere spiegazioni alla Fiat. Questa non mi sembra un'oscenità. Cerchiamo di rispettarci a vicenda: Marchionne rispetti i politici".

"Io non credo nella patrimoniale. Noi ne abbiamo già una che riguarda gli immobili e che si chiama Imu: si tratterà di riformarla in termini di progressività - aggiunge Bersani - non intendo invece introdurre una patrimoniale sugli altri redditi diversi da quelli da beni immobiliari. Penso invece alla 'tracciabilità fiscale'. Questo sarà il cardine del programma di governo del centrosinistra: la tracciabilità fiscale". Il leader del Pd poi aggiunge: "Mai più condoni fiscali in Italia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata