Berlusconi: "Via la parola razza dalla Costituzione, non c'è clima di odio"
Il leader di Forza Italia precisa: "Gli italiani non sono razzisti, ma la percezione di insicurezza è alta"

"D'accordo con togliere parola razza nella Costituzione? Sì, gli italiani non sono razzisti. Non c'è un clima generale di odio, ma qualche persona in questo clima ci marcia". Parola di Silvio Berlusconi, che, ospite ad 'Agorà', aggiunge: "Oggi in Italia c'è una percezione di insicurezza dei cittadini da tenere in conto. Ogni tre minuti c'è un furto di un auto, ogni due giorni tre rapine a mano armate nelle banche. Molti sono spaventati". Ieri a proposito di immigrazione e sicurezza, aveva detto: "I migranti sono una bomba sociale pronta ad esplodere, vivono di espedienti e reati".

In merito alla vicenda Traini, il leader di Forza Italia è convinto che la politica non c'entri nulla "Traini è una persona squilibrata, ma prima di fare un commento politico dobbiamo rivolgere un sentimento di affetto ai genitori di quella povera Pamela. Non ci vedo nulla di politico, la politica non può portare a queste follie". "Non ci sono connotazioni politiche che possono portare a questi eccessi, di destra o sinistra", ha proseguito.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata