Berlusconi, si apre nuova fase: ex Cav pronto a tornare in Parlamento
Dopo la riabilitazione da parte del Tribunale di Sorveglianza di Milano

Una svolta per Silvio Berlusconi e, forse, per l'intero centrodestra. La riabilitazione da parte del Tribunale di Sorveglianza di Milano apre infatti nuovi scenari per l'ex Cav, pronto a sfruttare su più versanti la ritrovata (e agognata) agibilità politica.

In primo luogo il leader di Forza Italia potrebbe tornare in tempi brevissimi in Parlamento, visto che non ci sarà bisogno di elezioni anticipate per rivederlo tra gli scranni del Senato o della Camera. Basta infatti che un parlamentare forzista eletto in un collegio uninominale si dimetta. Grazie alle regole del Rosatellum in questo caso scatterebbero, un po' sulla falsariga di quanto accade in certi casi negli Usa, elezioni suppletive dove Berlusconi potrebbe ricandidarsi. E qui arriva un assist per l'ex premier: a settembre si rinnoverà il Csm e con l'elezione di un eletto di Fi si libererebbe per magia un seggio per il presidente.

Ma la decisione milanese nasconde altri risvolti assai positivi per il mondo azzurro. Il motivo? Pur confermando la linea di 'opposizione benevola' al possibile governo M5S-Lega, con il ritorno in campo del leader storico anche un voto anticipato non fa più paura e anzi la speranza è quella di recuperare voti rispetto al 4 marzo. Ma c'è di più, perchè l'ex Cav riacquista così anche peso nei confronti del numero 1 leghista Matteo Salvini ed è pronto a farsi valere sul nome del nuovo premier. Altrimenti non è escluso un cambio di rotta proprio verso le urne in autunno.

Nel sabato di festa il protagonista della giornata preferisce non parlare direttamente, ma tutti i suoi nomi più fidati, da Bernini a Ronzulli, non nascondono la soddisfazione per la riabilitazione. Sull'onda dell'entusiasmo si attende con animo diverso anche il ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo, ormai ininfluente, ma che potrebbe rappresentare un nuovo bollino di autorevolezza per l'ex Cav. Una nuova vita politica, dopotutto, può iniziare anche a quasi 82 anni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata