Berlusconi: Se vince no, Renzi tragga conclusioni di fallimento
"Solo con una vittoria del 'no' ci sarà spazio per lavorare ad una riforma vera

"Solo con una vittoria del 'no', che elimini questa finta riforma, ci sarà spazio per lavorare ad una riforma vera. E naturalmente il presidente del Consiglio, per sua stessa ammissione, dovrà trarre le conseguenze del fallimento di un progetto al quale ha legato la sua intera azione politica. Noi non diciamo 'no' alla riforma per ostilità preconcetta a Renzi e al Pd, se la riforma fosse utile agli italiani la appoggeremmo anche se siamo profondamente contrari a questo governo e alle sue politiche. Però è innegabile che il voto del 4 dicembre sarà anche un voto sul governo e sul presidente del Consiglio". E' quanto si legge nel messaggio del presidente di Fi, Silvio Berlusconi, inviato agli organizzatori e ai partecipanti alla 'Festa Azzurra' di Forza Italia in svolgimento a Corato (Bari), letto dalla deputata Elvira Savino nel corso del dibattito dal titolo 'Le ragioni del 'no' alla riforma costituzionale'.

"Dunque ci sono tutte le condizioni per una svolta, sul piano istituzionale e politico. Una svolta non verso la confusione e l'ingovernabilità, come dice Renzi, ma al contrario verso governi che siano finalmente espressione vera degli elettori", ha concluso Berlusconi. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata