Berlusconi rinuncia a comizio a Napoli: problemi di congiuntivite

Roma, 22 feb. (LaPresse) - Silvio Berlusconi ha rinunciato al suo intervento di chiusura di campagna elettorale a Napoli. Il leader Pdl, complici una brutta congiuntivite e i tempi stretti dovuti all'intervento televisivo previsto stasera alle 21 per la tribuna politica in Rai, ha scelto di partecipare all'incontro alla Mostra d'Oltremare attraverso un video collegamento. Il medico curante del Cavaliere, Alberto Zangrillo, "ha imposto al presidente Berlusconi di annullare la presenza alla manifestazione di Napoli, in quanto incompatibile con le indicazioni terapeutiche prescritte dagli specialisti", spiega Palazzo Grazioli. Lo staff dell'ex premier precisa che si tratta del distacco posteriore del vitreo monolaterale.

"Ciò - si legge in una nota - significa la separazione del gel vitreale dalla retina posteriore. E' una evenienza fisiologica perché il vitreo degenera dall'età di 18 anni ed il distacco può occorrere a qualsiasi età. E' comune nel 60% della popolazione e, se trascurato, può portare a patologia maculare". La diagnosi al leader del Pdl è stata confermata dal professore Francesco Bandello di Milano e dal professore Mario Stirpe di Roma. La terapia prescritta, puntualizzano da Palazzo Grazioli, è "idratazione, evitare movimenti fisici che condizionerebbero l'assestamento del vitreo (quindi, cautela anche per traumi minori)".

In video collegamento da palazzo Grazioli, Berlusconi ha esordito spiegando con un sorriso: "Mi hanno mandato Alfano per convincermi a tornare al movimento, che ha pensato io potessi essere ancora utile. Alfano, essendo più giovane e forte di me, ha usato una sana violenza e mi ha riportato indietro. Di questo non l'ho ancora perdonato". Dopo di che ha rispolverato i suoi cavalli di battaglia: il pericolo comunista e i danni provocati dal governo Monti. Si è poi concentrato su Grillo, spiegando che le sue liste sono fatte di "estremisti dei centri sociali, No Tav e black bloc". E ha concluso che le 5 stelle del movimento del comico genovese sono "Bersani, Vendola, Monti, Fini e Casini".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata