Berlusconi rilancia: Imu? Se mancano i soldi pago io

Roma, 22 feb. (LaPresse) - Nessun passo indietro, ma anzi un rilancio. Silvio Berlusconi nel corso della tribuna elettorale su Rai 2 ha difeso la sua promessa sull'Imu e annuncia che se lo Stato non fosse in grado di rimborsare l'Imu sulla prima casa lui metterebbe i soldi di tasca propria. Una iniziativa, quella della lettera, che invece che criticata, "dovrebbe essere presa come un modello da seguire". Ai giornalisti che gli facevano notare che la Svizzera ha appena fatto sapere che l'accordo grazie al quale Berlusconi pensava di coprire questa spesa è tutt'altro che imminente, ha risposto: "Ma chi se ne importa della Svizzera. Io so come si parla con gli svizzeri". E comunque, ha specificato, "avevamo già previsto che la prima restituzione si fa con i soldi della Cassa depositi e prestiti. Che l'accordo con la Svizzera si faccia in due anni o tre anni non importa nulla".

Poi Berlusconi è tornato a spiegare la sua tesi di un complotto della Germania per far cadere il suo governo. Complotto, ha detto, che oggi sarebbe impossibile perché "oggi non ha più i nostri titoli in pancia". Un complotto tedesco, ha continuato, "che è costato", in termini di servizio sul debito, "allo Stato italiano poco meno di 6 miliardi di euro".

Poi Berlusconi si è lasciato un po' andare spiegando che "è stata una campagna elettorale molto accesa e devo dire anche stressante", anche se "il sottoscritto Silvio Berlusconi, che tanti davano come un vecchietto, ha ancora tutta l'energia che sarebbe necessaria a un'altra campagna elettorale di pari durata. Questa energia la immetterò nella guida del governo".

Quindi è tornato, come non faceva da qualche mese, a minacciare la procura di Milano: su Ruby, ha detto, "il tribunale e la procura di Milano hanno fatto una cosa di cui mi occuperò dopo le elezioni. E' una storia indegna di un Paese civile di cui sono stato vittima ma non voglio finire come vittima". "Non ho mai visto un dito addosso a quella ragazzina", ha detto parlando di Noemi, e poi, parlando di Ruby, ha spiegato: "Non le ho mai messo un dito addosso, pensavo che fosse effettivamente egiziana e che avesse 24 anni. Le ho dato dei soldi per evitare che si prostituisse".

E ha concluso dicendo che gli italiani "sarebbero masochisti a votare per il centrosinistra che gli aumenterà le tasse. I miei avversari non toglieranno mai le imposte sulle imprese e sulle famiglie".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata