Berlusconi, Pascale: Lui ci chiede di restare uniti
L'ex Cav è stato operato ieri a cuore aperto

"Ostentare i miei sentimenti? Preferisco che mi giudichino, piuttosto che augurargli la stessa cosa. Augurargli di passare quello che io ho vissuto e sto vivendo". Queste le parole, in un colloquio con Repubblica, di Francesca Pascale, compagna del leader azzurro Silvio Berlusconi, sottoposto ieri a un intervento al cuore al San Raffaele di Milano. Pascale è stata sempre in ospedale, accanto all'ex Cavaliere. "Non so neanche io come mi sento adesso - dice -. Sollievo, speranza, malessere, stanchezza. Lui non ha potuto dire nulla. È in uno stato di dormiveglia. Ma naturalmente era provato, ora che l'ho salutato. Aveva molta sete e il dottor Zangrillo lo ha fatto bere, bagnandogli delicatamente le labbra. E io? Niente. Noi ci siamo solo stretti la mano". "Qualunque cosa dovesse succedere - le avrebbe detto Berlusconi prima di entrare in sala operatoria - restate uniti. Siete importanti per me, non fatevi prendere dalle divisioni, dalle gelosie".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata