Berlusconi: Magistrati mi vogliono politicamente morto, resisterò

Roma, 9 mag. (LaPresse) - "Serve coesione nazionale per fare le riforme e la coseisone deve prevalere sulla demonizzazione dell'avversario. Unica strada è quella delle riforme. I magistrati politicizzati e accecati da odio mi vorrebbero politicamente morto. Ma resisteremo e deleduremo le loro aspettative e faremo il bene del Paese". Lo ha detto Silvio Berlusconi in una intervista trasmessa dal Tg4.

"Non metteremo certamente in pericolo il Governo per una sentenza che tutti possono vedere come sia assolutamente iniqua e infondata", ha sottolineato il Cavaliere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata