Berlusconi: Lascio, nessun possibile ripensamento

Roma, 9 ott. (LaPresse) - 'Berlusconi: Lascio e vi spiego perché'. E' questo il titolo d'apertura di Libero dedicato a un colloquio tra l'ex premier e il direttore Maurizio Belpietro a proposito della decisione di Berlusconi di non ricandidarsi. "Non è una novità: è quanto dico da tempo. Io voglio l'unità dei moderati e per ottenerla, se serve, sono pronto anche a non presentarmi. Che c'è di strano? Io intendo fare ciò che è utile e giusto per il mio Paese e se, per ottenere un fronte unico della sinistra, c'è bisogno che io mi faccia da parte, lo farò" spiega Berlusconi. "Non c'è trucco né possibilità di ripensamento" aggiunge Berlusconi.

"Sono tranquillo, come premier possono candidare chi vogliono" aggiunge Berlusconi. "Lo faccio nell'interesse del mio Paese per con consegnare l'Italia a Bersani e Vendola" prosegue. "Questa è sempre stata la mia preoccupazione fin dal 1994 quando fondai Forza Italia" ricorda l'ex premier. "Oggi c'è chi se la sente ed è pronto a mettere insieme tutti i partiti che non sono di sinistra? Prego, si accomodi e avrà il mio appoggio" conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata