Berlusconi: Io ineleggibile? Pd elimina Pdl e M5S per correre da solo

Roma, 21 mag. (LaPresse) - "Sono venute fuori delle ipotesi abbastanza divertenti. Mi sembra che qualcuno abbia portato avanti l'ipotesi di una ineleggibilità del sottoscritto dopo 20 anni di voti di milioni di italiani e dopo che tanti Parlamenti che hanno sempre approvato la mia eleggibilità. Ora c'è anche la proposta di ineleggibilità e incandidabilità del Movimento 5 Stelle che è votato, benchè sia un movimento di cui si può dire tutto il peggio possibile, da milioni di italiani. Chi ha avanzato queste proposte è un genio perchè eliminato il Pdl e eliminato il M5S, il Pd correrebbe da solo. Mi domando dove e perchè l'abbiano tenuto nascosto fino ad oggi". Lo ha detto Silvio Berlusconi intervistato al Tg4 a proposito della sua ineleggibilità e della proposta di legge Finocchiaro-Zanda sulla legge elettorale che eliminerebbe dalla competizione i movimenti.

Poi Berlusconi ha parlato della tassazione sulla casa: "L'Imu è una tassa imposta dal governo dei tecnici. E' ingiusta e dannosa. Ingiusta perché ha toccato la casa che è il pilastro su cui ogni famiglia costruisce le certezze per il suo futuro. Dannosa perché ha deprezzato il valore delle abitazioni". "Questa prima misura del governo - ha proseguito - è solo un'anticipazione, i primi di giugno bisognerà andare a completare l'abrogazione dell'Imu". "A giugno - ha concluso il Cavaliere - deve vedere la luce anche un decreto legge con misure indispensabili per riavviare lo sviluppo. Come l'azzeramento delle tasse sulle assunzioni dei giovani e dei disoccupati, il cambiamento nelle modalità di Equitalia, il non aumento dell'Iva e la semplificazione della burocrazia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata