Berlusconi: Grillo è un assassino e un pregiudicato, voleva essere pagato in nero

Milano, 20 mag. (LaPresse) - "Beppe Grillo è stato condannato per omicidio plurimo, è un pregiudicato e un assassino. E' riuscito a scampare la prigione, ma non dovrebbe tornare su questi argomenti". Lo ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ospite a 'L'aria che tira' su La7, aggiungendo che "quando Beppe Grillo faceva gli spettacoli pretendeva di essere per gran parte pagato in nero". "Vederlo ora - ha spiegato - che fa il moralista mi disturba".

Nel corso della giornata ha ribadito la sua avversione al leader del Movimento 5 Stelle. "Se Grillo dovesse arrivare, Dio non voglia, ad assumere il potere, chissà cosa succederà...", ha detto nel corso della puntata di 'Bersaglio mobile' in onda questa sera su La7. "Io sono molto preoccupato - ha detto ancora - in quanto il personaggio (Beppe Grillo, ndr) si è ormai appalesato con tutto il suo delirio e la sua cattiveria. Ha detto che vuole distruggere tutto il nostro sistema democratico e sottoporre a processo sommario i politici, gli imprenditori, i giornalisti".

Al Tg2 Berlusconi ha detto inoltre che "il comico Grillo non fa più ridere, fa solo paura. E' una persona vilenta e anche pericolosa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata