Berlusconi: Grillo assassino, incidente lo ha voluto lui

Roma, 21 mag. (LaPresse) - L'incidente che ha visto coinvolto Beppe Grillo, per cui è stato condannato per omicidio colposo, "non era un incidente stradale, ma una cosa che ha voluto lui". Così Silvio Berlusconi nel corso della registrazione di 'Porta a Porta'. "Grillo ha detto certe cose di me - ha spiegato Berlusconi - mi ha chiamato il pregiudicato, ha detto che era uno scandalo che il capo dello Stato mi ricevesse. Il troppo è troppo: quando ha detto che mi voleva vivisezionare per risparmiare Duddù ho tirato fuori i fogli" che riguardano l'incidente stradale che vede Beppe Grillo accusato di omicidio colposo per la morte di tre persone. Il leader di Forza Italia ha poi sottolineato: "Gli italiani devono sapere chi è questo signore: un pericolo per la democrazia".

HO CONOSCIUTO POVERTA', RENZI NON CARINO CON ME - Riferendosi poi al premier, l'ex Cavaliere ha spiegato: "Anche Renzi non è stato carino nei mie confronti perchè ha detto che io vado fuori di testa sugli 80 euro, ma io ho provato la povertà in gioventù e so benissimo che quei soldi sono una cosa seria". Il decreto Irpef, ha aggiunto Berlusconi "non ha una copertura sicura, i tecnici del Senato l'hanno giudicata ballerina e la legge di salvaguardia farà automaticamente aumentare le accise della benzina e quindi quella misura che serve a Renzi per i suoi elettori la pagheranno tutti".

IL SELFIE CON VESPA -Durante la registrazione della puntata anche Berlusconi si è concesso un selfie con Bruno Vespa, dopo quello che il conduttore ha scattato con Beppe Grillo nella puntata di lunedì. La foto è stata mostrata nel corso della registrazione di 'Porta a porta' e proiettata sul maxischermo dello studio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata