Berlusconi: Governo italiano è credibile

Cannes (Francia), 4 nov. (LaPresse) - "Chi si opporrà al piano delle riforme, si opporrà al futuro dell'Italia". Così il premier Silvio Berlusconi al termine del G20 di Cannes. A chi gli chiede se porrà la fiducia sulle misure anti crisi, e se cercherà eventuali alleanze allargate, il premier risponde: "L'acquisizione della fiducia è un atto di coraggio. Con una architettura istituzionale italiana, fatta per rendere difficile ogni decisione, credo che il ricorso alla fiducia sia quasi obbligatorio e credo quindi che continueremo a porla". Berlusconi ha spiegato che "l'Italia non sente la crisi nel modo spasmodico che appare sulla stampa. Poi è vero che nel passaggio all'euro una fascia della popolazione italiana si è impoverita. La crisi in Italia, dunque, "è colpa del cambio in euro che è stato fatto da quel governo, un cambio da noi sempre ritenuto incongruo".

In conferenza stampa il presidente del Consiglio ha spiegato che il presidente degli Stati Uniti si è mostrato un grande amico del nostro Paese- "Ho apprezzato - ha detto - tutti i suoi interventi in cui ha messo in luce una grande intelligenza, buon senso e forte senso dell'ironia che non guasta mai perchè alleggerisce". Per quanto riguarda i rapporti con la Francia, invece, sembra che il popolo d'Oltralpe consideri "les italiens, toujours italienne'. Il pregiudizio verso gli italiani avrebbe origini antiche: "La credibilità del governo è un'altra cosa, abbiamo per esempio un grande apprezzamento dai colleghi europei per il nostro ministro delle Finanze. Per quanto mi riguarda ho con molti dei leader del G20 un rapporto addirittura di amicizia. La credibilità non riguarda le nostre persone ma l'Italia con la sua storia recente e meno recente", ha aggiunto Berlusconi.

Per il Premier non è necessario, quindi, "arrivare a un governo di larghe intese, perchè il governo ha forte credibilità". Nel corso della conferenza, Berlusconi ha anche confermato che "abbiamo concordato con il Quirinale la certificazione dell'Fmi. Siamo sulla stessa barca e ringrazio il presidente della Repubblica per come ha operato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata