Berlusconi: Crisi, penso aver convinto Merkel

Bruxelles (Belgio), 22 ott. (LaPresse) - "Ne ho parlato a lungo con lei". Così il premier Silvio Berlusconi ha risposto, dopo la cena del Ppe, nei pressi di Bruxelles, alla domanda dei giornalisti che gli hanno chiesto se avesse parlato delle misure dell'Italia per fronteggiare la crisi con la cancelliera tedesca Angela Merkel. Alla domanda se ritenesse di averla convinta, il presidente del Consiglio ha risposto: "Penso di sì". L'incontro con gli esponenti del Ppe si è tenuto in vista del vertice dell'Unione europea di domenica. Bini Smaghi? "Spero capisca la situazione e che, essendo stato nominato dal governo, se il governo gli chiede di dimettersi, possa capire che questo è un suo dovere per il bene del Paese", ha detto Berlusconi. "Per amor di Patria, non commento le dichiarazioni di certi ragazzotti industriali", ha dichiarato il presidente del Consiglio in merito alle critiche mossegli dall'assemblea dei giovani di Confindustria, ritornando a Bruxelles, dopo la cena con il Ppe. "Farò delle dichiarazioni molto precise", al processo Mills, ha affermato il Cavalierei. In merito all'avvocato Mills, poi il premier ha sottolineato "non l'ho mai conosciuto". E ha aggiunto: "Si tratta di una buffonata".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata